EPC

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Le origini del corso EPC

logo epc

Negli Stati Uniti il corso EPC è stato studiato per integrare il programma di formazione degli EMT, cioè i professionisti dell’emergenza extraospedaliera. Sotto l’egida della NAEMT, il corso è stato importato in Italia nel 2006, al fine di colmare un’esigenza assai sentita nella nostra ‘cultura’ del soccorso in quanto nell’ambito del soccorso extra ospedaliero o nei Dipartimenti di Emergenza le emergenze pediatriche interessano solo una piccola percentuale dei pazienti e spesso gli operatori hanno poche occasioni per sviluppare ed approfondire le proprie conoscenze in questo ambito. Il corso EPC è stato studiato per poter fornire uno standard nel trattamento iniziale delle emergenze pediatriche sia in ambito preospedaliero sia in pronto soccorso.

Obiettivi del corso EPC

I BAMBINI NON SONO ADULTI IN MINIATURA! L’emergenza medica nei bambini presenta caratteristiche uniche. I bambini possono manifestare problemi medici o essere vittime di traumi con aspetti peculiari rispetto all’adulto: il loro organismo reagisce in modo diverso alle emergenze mediche o ai traumi. Uno degli obiettivi fondamentali del corso è quello di fornire all’operatore un metodo di valutazione del paziente basato sullo schema “valutazione – trattamento” basato sul PAT (triangolo di valutazione pediatrica). Questo metodo richiede una conoscenza approfondita dell’anatomia, della fisiologia e della fisiopatologia in modo da poter eseguire una valutazione accurata dei pazienti e riconoscere alterazioni pericolose per la vita. Il corso consente, inoltre, di acquisire conoscenze teoriche e pratiche sulla gestione di vari problemi nel bambino, dalle comuni patologie mediche interessanti l’età pediatrica a situazioni complesse come i bambini con necessità di ventilazione domiciliare o portatori di stomie. Capitoli specifici vengono dedicati al trauma, al neonato ed alla gestione psicologica sia del bambino sia della famiglia o dei care givers coinvolti. Il metodo utilizzato nel corso EPC consente agli operatori di approfondire le proprie conoscenze in ambito pediatrico e di poter gestire in modo ottimale le emergenze in questa fascia di età.

Struttura del corso EPC

L’EPC è un corso intensivo che il si articola in due giornata per un totale di circa 16 ore di insegnamento teorico – pratico. Il corso si compone di due parti integrate tra di loro:

  • 9 sessioni teoriche interattive nelle quali vengono affrontati gli argomenti fondamentali (caratteristiche anatomiche e fisiologiche, valutazione, patologie respiratorie e cardiologiche, trauma, neonato, alterazione dello stato di coscienza, bambini con necessità assistenziali particolari, trasporto, ecc…)
  • 20 sessioni pratiche su temi specifici (vie aeree, accessi venosi, casi clinici simulati, ecc…) e gestione di scenari clinici.

Ad ogni corso può partecipare un numero massimo di 24 studenti (medici ed infermieri).
Il numero di istruttori presenti ad ogni corso dipende dal numero di partecipanti in modo da rispettare un rapporto di 4:1. L’edizione italiana del libro di testo rimanda al precursore del corso attuale, il PPC – Pediatric Prehospital Care – è pubblicata dal Centro Scientifico Editore. Il testo viene inviato agli studenti circa tre settimane prima dell’inizio del corso in modo che possano adeguatamente prepararsi. Tale preparazione termina con l’esecuzione di un pre-test, che viene spedito agli studenti insieme al libro e che essi debbono eseguire prima dell’inizio del corso; esso verrà poi corretto e discusso dagli Istruttori assieme agli studenti. Per la valutazione finale al termine del corso lo studente viene sottoposto ad un post-test scritto ed alla gestione di uno scenario simulato. Il test scritto si compone da 50 domande a scelta multipla. Per superare il test è necessario rispondere correttamente ad almeno l’80% delle domande. Gli scenari simulati affrontano i principali argomenti svolti durante il corso. In tali scenari lo studente deve dimostrare di aver appreso il metodo di valutazione necessario ad affrontare le emergenze pediatriche e di utilizzare un approccio basato su “valutazione e trattamento” del paziente. Il Corso è fornito di un proprio metodo di VRQ, che consente una taratura continua della materia di insegnamento e dell’operato degli Istruttori

A chi è rivolto il corso EPC?

Il corso è rivolto a medici ed infermieri che lavorano nell’ambito dell’emergenza territoriale e che possono essere direttamente coinvolti nella gestione di una emergenza pediatrica. Il programma è altresì importante per i medici che si occupano di Continuità assistenziale e che spesso devono affrontare patologie di interesse pediatrico a domicilio. Allo stesso modo il corso fornisce i necessari mezzi di approfondimento per gli infermieri ed i medici (medicina d’urgenza, anestesia e rianimazione, pediatria) che quotidianamente affrontano l’urgenza nei Dipartimenti d’Emergenza in ospedale.

EPC è un marchio registrato di proprietà della NAEMT. Tutti i diritti sono riservati.