PHTLS

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Le origini del corso PHTLS®

Logo PHTLS

Durante i tardi anni ’70, la gestione del paziente traumatizzato, sia da parte di figure ospedaliere che preospedaliere, era improvvisata e non seguiva predefiniti standard clinici e di trattamento.

La maggior parte delle figure dei Sistemi di Emergenza Medica (EMS) usava gli stessi standard sia per la cura del paziente cardiopatico che per il paziente traumatizzato.

Non si era riconosciuta la differenza principale tra la cura definitiva del paziente cardiaco (il ripristino del ritmo cardiaco, che può essere fatto sul campo) ed il trattamento definitivo del traumatizzato (l’arresto dell’emorragia, che può essere ottenuto solamente in sala operatoria).

In definitiva, i soccorritori prestavano le loro cure senza aver compreso questo principio di base.

Inoltre non vi era nessun sistema di priorità nell’affrontare il paziente traumatizzato.

Basandosi sul successo del corso di ATLS® nel provvedere alla formazione dei medici in materia di trauma, la National Association of Emergency Medical Technicians (NAEMT) decise di provvedere ad una istruzione analoga per i suoi membri e per le altre figure coinvolte nel trattamento sanitario preospedaliero.

Nel 1982, con l’appoggio della Scuola di Medicina dell’Università di Tulane dove il Dott.Norman McSwain era Professore di Chirurgia, fu stilato un programma formativo iniziale che fornì la base per lo sviluppo successivo del corso PHTLS.

Nella prima parte del 1984, fu condotto il primo corso nazionale per istruttori PHTLS nella Scuola di Medicina dell’Università di Tulane, New Orleans.

I laureati di questo programma formarono la spina dorsale degli Affiliate Faculty del PHTLS che avrebbero reso i corsi PHTLS accessibili in tutti gli Stati Uniti.

Un’altra pietra miliare fu raggiunta nel 1986 quando venne iniziato lo sviluppo del corsi PHTLS Basic.

Da quei lontani inizi, più di 300,000 individui (2000) hanno completato con successo un corso PHTLS Provider, sia di livello Basic che Advanced.

Una caratteristica del programma PHTLS si basa sulla garanzia di assoluta fedeltà agli standard di cura approvati dall’American College of Surgeons – Committee on Trauma e dal PHTLS National Committee.

La diffusione dei principi sulla gestione preospedaliera del trauma enfatizzati nel corso PHTLS hanno portato soccorritori preospedalieri e medici al di fuori degli Stati Uniti a richiedere l’importazione del programma PHTLS presso le loro rispettive nazioni.

Viaggiando da paese a paese, la PHTLS International Faculty, ha notato due temi ricorrenti: la diversità di trattamento preospedaliero del paziente traumatizzato e la dedizione totale delle figure preposte a tale trattamento.

Queste considerazioni hanno portato l’International Faculty a sviluppare maggiormente i rapporti con gli altri paesi per promuovere internazionalmente il programma PHTLS.

Attualmente i seguenti paesi stanno già tenendo corsi PHTLS approvati: Australia – Argentina – Arabia Saudita – Barbados – Brasile – Portogallo – Bolivia – Peru – Panama – Venezuela – Canada – Israele – Svizzera – Trinidad e molti altri sono in trattativa per attivare il corso presso di loro.

Gli obiettivi del corso PHTLS

La Finalità del corso PHTLS è di fornire allo studente o al soccorritore preospedaliero quelle nozioni che costituiscono le fondamenta del programma.

Un credo fondamentale, che non è cambiato dal 1981, è che nessun trattamento definitivo può essere fornito solo sul campo per il paziente vittima di un trauma grave:  il trattamento definitivo comincia sulla scena con la gestione preospedaliera del trauma.

Quella cura continua si trasferisce poi nel reparto d’emergenza con ulteriori valutazioni, la stabilizzazione e l’eventuale intervento chirurgico in sala operatoria.

La fase finale di questo processo vede la riabilitazione del paziente in società.

Una delle premesse del corso PHTLS è che un EMT è in grado di esercitare un buon trattamento del paziente solo se formula un giudizio corretto sul campo.

Questo giudizio corretto deve essere basato sulla conoscenza ben radicata di anatomia, fisiologia, fisiopatologia e sull’esecuzione della valutazione e del trattamento.

La cura del paziente deve essere giudizio-guidata e non protocollo-guidata.

Il trattamento del paziente dovrebbe essere guidato dalla variabilità delle condizioni del paziente, dalla scena, dal numero di pazienti e da altri fattori, combinati con il patrimonio di conoscenze dell’EMT per prendere le decisioni necessarie per la cura del paziente.

Dai lontani anni ’60, alcuni studi hanno dimostrato che i pazienti vittima di trauma hanno una migliore prognosi se le prime tre fasi di questo processo continuo di trattamento del trauma, vengono effettuati in una maniera rapida.

Questo vuole dire che il paziente traumatizzato deve arrivare all’eventuale intervento entro la prima critica “Golden hour” dall’evento traumatico.

Perciò, il ruolo del soccorritore preospedaliero è quello di mettere in pratica i tre principi chiave del trattamento del paziente traumatizzato grave: valutazione rapida, stabilizzazione efficace e trasporto sicuro.

Il corso  PHTLS tenta di migliorare le conoscenze e le abilità di ciascun partecipante nel campo del trattamento preospedaliero del trauma.

Questa migliore comprensione della cinematica, della fisiopatologia, dell’impatto sistemico e delle tecniche di intervento produrranno un miglioramento nella valutazione e nel trattamento dei pazienti politraumatizzati, offrendo il quadro delle necessità individuali del paziente.

Il corso PHTLS rafforza la filosofia che il trattamento del paziente politraumatizzato è unico e richiede bisogni specifici che possono andare al di là delle modalità di trattamento tradizionale.

Perciò, il corso PHTLS rafforza il concetto della necessità di:

  • Valutazione rapida e accurata
  • Identificazione dello shock e dell’ipossia
  • Instaurazione di tecniche di intervento
  • Trasporto rapido e sicuro

Struttura del corso PHTLS

I corsi PHTLS sono corsi intensivi, organizzato per un numero massimo di sedici partecipanti, che si svolge in due giornate e comprende:

  • 9 lezioni teoriche, molte delle quali presentate in forma interattiva
  • 13 esercitazioni pratiche di addestramento basate su scenari clinici.

Al termine del corso è prevista una valutazione finale che consiste in un test scritto con domande a scelta multipla e nella applicazione dei principi appresi durante il corso su di uno scenario clinico svolto su paziente simulato.

Per la preparazione del corso è indispensabile un accurato studio preventivo del manuale PHTLS Student Textbook nella versione in lingua italiana, che viene fornito ai partecipanti almeno tre settimane prima del corso.

Tale preparazione termina con l’esecuzione di un pre-test, che viene spedito agli studenti insieme al libro e che essi debbono eseguire prima dell’inizio del corso; esso verrà poi corretto e discusso dagli Istruttori assieme agli studenti.

Il post-test scritto è costituito da 50 domande a scelta multipla; per superare il corso è necessario rispondere correttamente ad almeno l’80% delle domande.

Il Corso è fornito di un proprio metodo di VRQ, che consente una taratura continua della materia di insegnamento e dell’operato degli Istruttori. Il superamento del corso PHTLS secondo criteri prefissati viene accreditato dalla NAEMT.

Gli istruttori selezionati, secondo rigorosi criteri professionali e didattici, hanno superato uno specifico corso finalizzato ad “insegnare come insegnare” il metodo e le tecniche PHTLS.

A chi è rivolto il corso PHTLS?

Al corso possono accedere:

  • Medici
  • Infermieri

PHTLS è un marchio registrato di proprietà della NAEMT. Tutti i diritti sono riservati.