TFR

0 Flares Filament.io 0 Flares ×

Trauma First Response – TFR®

ORIGINI

logo tfrGià a partire dagli anni ’70 in U.S.A. ci si rese conto che il trattamento definitivo del paziente traumatizzato non poteva risolversi sul campo, come invece avviene per alcune patologie di origine medica, ma si potevano fornire gli strumenti culturali atti ad individuare la criticità del paziente traumatizzato e ci si poteva addestrare a quelle abilità tecniche per poter intervenire prontamente, con una metodologia validata da conoscenze scientifiche. Da queste considerazioni deriva la nascita del corso Advanced Trauma Life Support (ATLS®), brevettato dall’American College of Surgeons – Committee on Trauma, che vede la sua validità nella dimostrazione che un trattamento del paziente adeguato e standardizzato nella prima ora dopo l’evento traumatico ha il massimo impatto sul risultato finale, in termini sia di mortalità che di morbilità.
Basandosi sul successo del corso ATLS® nel provvedere alla formazione dei medici in materia di trauma, la National Association of Emergency Medical Technicians (NAEMT) decise di provvedere ad una istruzione analoga per i suoi membri e per le altre figure coinvolte nel trattamento sanitario preospedaliero. Nacque così il corso PreHospital Trauma Life Support o PHTLS dedicato agli EMT statunitensi che si occupavano di soccorso preospedaliero. Il PHTLS trova la sua forza didattica nell’insegnamento dei “principi” che sottendono al trattamento del paziente traumatizzato sulla scena, e non sul mero insegnamento di “procedure” o tecniche. Questa impostazione ne ha facilitato la rapida esportazione in tutto il mondo, rendendolo lo standard di riferimento in materia di trattamento preospedaliero del paziente traumatizzato, anche grazie al solido supporto scientifico presente nell’omonimo manuale, giunto alla sua settima edizione.
Nicholas Senn, un chirurgo americano dell’ottocento, fondatore dell’Associazione Americana dei Chirurghi Militari affermò che “Il destino di un ferito risiede nelle mani di colui che esegue la prima medicazione”. Da questa storica ma ancora attualissima considerazione deriva l’importanza di rendere uniforme, efficiente ed efficace il soccorso del traumatizzato, sin dai primi momenti dopo l’evento, addestrando ogni figura coinvolta nel soccorso.
Per questo motivo nasce il corso Trauma First Response o TFR.

OBIETTIVI

La finalità del corso TFR è fornire al primo soccorritore che interviene sul luogo dell’evento le nozioni e le competenze per identificare precocemente quello che viene definito un paziente critico. La cura ed il trattamento del paziente sul territorio deve essere guidata a partire dalla valutazione della scena, della cinematica incontrata, dai segni e sintomi riscontrati nella vittima dell’evento traumatico e non da rigidi protocolli.
Questo vuole dire che il paziente traumatizzato deve arrivare nella sede del suo trattamento definitivo entro la prima critica “golden hour”. Perciò, il ruolo del soccorritore preospedaliero è quello di mettere in pratica i tre principi chiave del trattamento del paziente traumatizzato grave: valutazione rapida, stabilizzazione efficace e trasporto corretto verso il giusto ospedale.

Il corso può essere considerato propedeutico alla formazione più specifica che gli altri corsi sono destinati ad approfondire. Sebbene filiato espressamente dal PHTLS, il TFR affronta argomenti ed offre soluzioni di approccio che ben si adattano a tutti i scenari di intervento, intra ed extraospedalieri, medici e traumatologici, adulti e pediatrici.

CARATTERISTICHE
Il TFR è un corso intensivo di 8 ore che prevede la partecipazione di 16 o 24 studenti e comprende:

  • 5 lezioni frontali
  • stazioni di addestramento e valutazione
  • simulazioni con scenari clinici

Al termine del corso è prevista una valutazione finale che consiste in un test scritto con domande a scelta multipla.
Al momento dell’iscrizione viene fornita una dispensa che segue fedelmente i contenuti e lo svolgersi delle lezioni frontali.

A CHI È RIVOLTO
Al corso TFR possono accedere le seguenti figure:
• Medici e Infermieri con poca esperienza di soccorso sul campo
• Volontari Soccorritori, Dipendenti C.R.I. / PP.AA.
• Figure professionali tecniche addette al primo soccorso (art.18 del D.Lgs. 81/08)
• Forze dell’Ordine
• VV.FF.

Giovanni Reinaudo 338-9960495 g.reinaudo@libero.it